L’eccellenza dei vini non nasce casualmente .E’ il frutto di esperienze, di incontri, di un lavoro condiviso tra persone che hanno “voglia di fare”, dall’amore per la terra e nel credere fermamente nella strada che si sta percorrendo. Fortemente legato al territorio Palazzo Vecchio produce vini che provengono quasi esclusivamente dai vitigni autoctoni della zona come il Sangiovese Grosso anche chiamato Prugnolo Gentile, il Canaiolo Nero e il Mammolo e lega vecchie vigne ,quella del Bosco ha oltre sessant’anni, a nuovi moderni impianti appositamente studiati e progettati per ottimizzare l’incidenza del sole sui filari. Al Vino Nobile e alle sue tre declinazioni, la Selezione, la Riserva e quello d’annata, si aggiungono il Rosso di Montepulciano, il Vin Santo e altri vini tra cui il Rosso Cortona. Impiantate su terreni particolarmente vocati alla viticoltura, così come descrivono gli studi pigmentali del territorio, i vigneti di Palazzo Vecchio hanno un’esposizionea sud sud-ovest , situazione abbastanza inconsueta

Montepulciano, ed hanno leggere brezze collinari che contribuiscono a mantenerne sane le uve nei periodi di sviluppo e maturazione. È il più “giovane” tra i classici vini di Palazzo Vecchio ma riconoscibile nei tratti. Nasce da uve raccolte soprattutto nei nuovi impianti. Abbinamenti: Primi piatti di pasta e riso, secondi in genere e formaggi freschi. Colore: rosso rubino brillante Profumo: bella personalità con profumi che ricordano le bacche di bosco Sapore: finale persistente con tannini molto equilibrati Uvaggi: Prugnolo Gentile 85%, Canaiolo Nero 10%, Mammolo 5% Fermantazione: contenitori in acciaio con fermentazione controllata Elevazione: minimo 8 mesi in botte di rovere

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Vino Rosso di Montepulciano Dogana DOC 2014”

Chiama
Mappa